News

3 Novembre 2010

Guala Closures Group investe in un nuovo impianto per la lavorazione dell’alluminio

Guala Closures Group, leader mondiale nella produzione di chiusure irriempibili per i mercatii internazionali di alcolici, vino e bevande, ha ulteriormente rafforzato la sua posizione sul mercato con l’acquisizione di un’azienda per la verniciature e l’incisione dell’alluminio – un ramo di Metalprint situato a Magenta, Italia.

Dopo l’acquisto nel Maggio di questo anno di un’azienda bulgara, Danik, quest’ultimo investimento, che comprende la spesa di €11milioni in macchinari, rappresenta il 3% del fatturato di Guala Closures Group. Lo stabilimento di Magenta diventerà il quartier generale della lavorazione dell’alluminio per tutti gli impianti della società.

Con l’investimento in due nuove linee produttive, lo stabilimento di Magenta, in provincia di Milano, diventerà il centro di verniciatura e litografia più rapido e moderno al mondo entro il 2012 , dotato di un tecnologia in grado di durare almeno venticinque anni. Sarà tra i primi in Europa ad utilizzare una linea produttiva “verde” che prevede un processo di trattamento dell’alluminio senza l’utilizzo di cromo e un sistema di verniciatura eco-compatibile che evita l’uso di vernici a base di solventi.

Lo stabilimento per la verniciatura dell’alluminio di Basaluzzo sarà chiuso ma i posti di lavoro di questo sito saranno trasferiti al quartier generale del Gruppo a Spinetta Marengo – Alessandria, e saranno organizzati programmi di formazioni specifici per garantire che i dipendenti acquisiscano le competenze necessarie. Anche i 56 posti di lavoro presso l’impianto di Magenta recentemente acquistato saranno mantenuti.

Marco Giovannini, Presidente e Amministratore Delegato di Guala Closures, dice: “L’acquisizione di Metalprint e l’investimento in nuove tecnologie ultra-moderne ed ecologiche, ci permetterà di rafforzare la nostra posizione nel mercato e di garantire ai nostri clienti che siamo all’avanguardia per quanto riguarda le tendenze del settore. Dal 1954, quando la famiglia Guala ha creato il primo impianto per la produzione di componenti in plastica e attraverso importanti acquisizioni successive, Guala Closures ha adottato una politica di sviluppo del business e dell’innovazione tecnologica”.

<< News